Eventi e altro dell'anno in corso. Nell'Archivio, le nostre storie degli anni passati.

il nebbiolo nell'Alto Piemonte

Ottobre 2019. Stagione ideale per approfondire la conoscenza di una delle diverse vesti che il nebbiolo assume nel Nord Italia, il Ghemme. Siamo nella zona della Valsesia e delle colline Novaresi, terre di importanti vitigni autoctoni e storicamente vocate alla coltivazione dell’uva. La nostra meta è la cantina degli Antichi Vigneti di Cantalupo, una meravigliosa cantina scavata nella collina, con il suo Infernotto per il tranquillo invecchiamento del vino imbottigliato. Ci hanno guidato nella visita e nella degustazione il proprietario-vignaiolo Alberto Arlunno con la figlia Benedetta: un’esperienza culturale e sensoriale di tutto rispetto che ci ha permesso di capire il carattere di questo splendido vino.

Il pranzo in un agriturismo “vero”, dove abbiamo gustato i piatti della tradizione campagnola: al posto d’onore la paniscia novarese, nata secoli fa esattamente in questi luoghi. Grandi comprimari i vini DOC delle Colline Novaresi, che ci hanno permesso di arricchire le nostre conoscenze dei vitigni autoctoni del territorio.

L'oca ecumenica

Marzo 2019. L’allevamento degli animali da cortile è una grossa realtà delle nostre campagne lombarde, dove le cascine rappresentavano un unicum autosufficiente e gli animali da cortile rappresentavano, per la facilità di allevamento, una importante risorsa economica. L’oca ne è un importante testimonial.

Per approfondirne la conoscenza abbiamo visitato la Cascina Madonnina a Pregnana Milanese, un Agriturismo dove l’eccellenza è rappresentata dalle oche e dai prodotti derivati, dai più rustici fino al nobile foie gras, gioiello delle tavole più ricercate, sia fresco che conservato. L’allevatore ci ha guidato nella conoscenza delle particolarità dell’allevamento e delle lavorazioni, che per molti prodotti sono anche rispettose delle regole religiose dell’Islam e dell’Ebraismo giustificando l’appellazione dell’oca come animale”ecumenico”.

A seguire il pranzo, tutto basato sui prodotti dell’agriturismo e della campagna lombarda.

Concorso Gastronomico 2019 - la Cucina del Ricordo

Febbraio 2019. L’attività associativa del 2019 riparte con il nostro tradizionale Concorso Gastronomico, dove come ogni anni riuniamo Soci e Amici del Conservatorio per assaggiare e “giudicare” quanto i più volenterosi - e temerari – hanno pensato di proporre alla nostra degustazione.

Con il tema proposto abbiamo voluto richiamare i piatti che hanno segnato i momenti più significativi della vita di ognuno di noi e che abbiamo piacere di condividere con gli altri. Un Amarcord fatto di odori e sapori che ci riporta a sensazioni trascorse, magari con un po’ di nostalgia. Ogni piatto presentato è stato corredato da una breve nota nella quale il “ricordo” è descritto sommariamente. Una bella occasione per mettere insieme storie di paesi e culture anche lontani, tutto riunito in quel melting pot rappresentato dalla popolazione del nostro Bel Paese, fatto di cultura contadina, di migrazioni interne, di incontri con culture diverse naturalmente integrate.

Giallo in cucina!

Novembre 2018. L’attività associativa per l’anno in corso si conclude felicemente con una serata di grandissimo interesse per noi gastronomi avveduti, nella quale come da recente tradizione si uniscono i temi della Cultura e della Gastronomia. Il tema della serata ci ha consentito di discutere in maniera rilassata del rapporto tra gastronomia e letteratura gialla, alternando momenti di cultura a quelli gastronomici.

Preceduto da un piccolo concerto jazz su musiche degli anni ’50, l’evento ha visto un momento culturale, nell’ambito del quale Luca Iaccarino - scrittore, critico enogastronomico e giornalista – ha presentato il suo libro “Qualcuno sta uccidendo i più grandi cuochi di Torino” e dibattuto sul tema della serata, e un momento gastronomico con un menù basato su piatti proposti da grandi scrittori nella letteratura gialla e interpretati dallo chef Antonio Pepe.   Grande Musica, grande Letteratura , grande Cucina. Ottimo auspicio per uno scintillante 2019.